Iscriviti alla newsletter
2a RASSEGNA DEL MARZO LIRICO LEONICENO - Teatro di Lonigo

2a RASSEGNA DEL MARZO LIRICO LEONICENO

pubblicato il 07 febbraio 2018


Per il secondo anno, il Comune di Lonigo e il Teatro di Lonigo consacrano alla musica il mese della centenaria fiera cittadina con il Marzo Musicale Leoniceno. Sono cinque gli appuntamenti in cartellone per un evento che permette di accostare le due caratteristiche che hanno segnato la storia della città leonicena: da una parte l’operosità del lavoro di cui è emblema la manifestazione fieristica, giunta alla sua cinquecento- trentaduesima edizione; dall’altra l’attitudine artistica di cui il gioiello ottocentesco del Comunale, intitolato al compositore Giuseppe Verdi, è emblema. 

Nel tempo della primavera, la giornata di apertura della Fiera (venerdì 23 marzo alle 21) vede proporre sul palcoscenico del Comunale il galà lirico Viva Verdi!: occasione per onorare la tradizione lirica cittadina. È un percorso tra melodia e storia attraverso le parole e le note oltre all’ardore, alla passione e alla forza di alcune indimenticabili arie d’opera, duetti, concertati, insieme del Maestro di Busseto.

Nel solco di quanto iniziato lo scorso anno, il Teatro di Lonigo apre ad altre preziose collaborazioni. Giovedì 1° marzo alle 21 a dare il “la” alla rassegna è infatti un’esecuzione che coinvolge due prestigiose realtà musicali e formative del territorio vicentino. La scena è per l’Orchestra del Teatro Olimpico che si esibisce sotto la guida di due allievi della classe di Direzione d'Orchestra del Conservatorio di Vicenza del maestro Giancarlo Andretta al loro concerto di diploma. È una pagina intima e sentimentale di Wagner a dare il via alla serata che prosegue con l'impetuoso concerto per violoncello di Šostakovič, quindi con una delle nove perle sinfoniche di Beethoven, la Seconda, composta dal genio tedesco nel 1802. Ulteriore sinergia, nella convinzione che dare spazio ai giovani musicisti e cantanti sia costruirne il futuro musicale, coinvolge il Conservatorio di Verona e il suo ensemble di musica antica. Perciò sabato 10 marzo alle 21 la “Chiesa Vecchia” di Piazza Matteotti accoglie le musiche di alcuni dei maggiori compositori del Settecento: Georg Friedrich Händel, Johann Sebastian Bach e Georg Philipp Telemann. Suonando con strumenti originali o copie di strumenti dell’epoca, protagonisti sono gli allievi del Conservatorio scaligero, con le voci della leonicena Libera Cantoria Pisani, a valorizzare un repertorio fra i più interessanti e creativi della storia della musica nell’intento di evocare l’emozione delle antiche sonorità.

L’omaggio triennale all’illustre concittadino Giuseppe Becce, iniziato con la scorsa stagione del Teatro Comunale, prevede venerdì 16 marzo alle 21 nel Ridotto del Comunale la proiezione dell’imperdibile capolavoro di Alessandro Blasetti, La cena delle beffe, di cui il compositore leoniceno fu autore della colonna sonora. Uscita nel 1942, in pieno conflitto bellico, la pellicola ambientata nella Firenze di Lorenzo il Magnifico balzò agli onori delle cronache per il seno nudo dell’attrice, che costò biasimo e censura al regista, e per quella battuta che divenne proverbiale: “Chi non beve con me, peste lo colga!”. 

Infine, martedì 27 marzo alle 21, è un grande protagonista vicentino della musica contemporanea mondiale, Pierangelo Valtinoni, a onorare della sua presenza il Ridotto del Comunale. Il compositore racconta e invita ad ascoltare le sue ultime composizioni, specialmente quelle che cantano la fede e la pace, in un dialogo con il musicista Bepi De Marzi e il direttore artistico del Teatro di Lonigo, Alessandro Anderloni.

Il Marzo Musicale Leoniceno è organizzato dal Comune di Lonigo e dal Teatro Comunale di Lonigo in collaborazione con l’Orchestra del Teatro Olimpico e i Conservatori di Vicenza e di Verona.